Ospedali d'Italia Chirurgia

Rivista trimestrale di Chirurgia Generale e Specialistica fondata nel 1959 da Tommaso Greco

ABSTRACT ARTICOLO Contatti  |   Email
APRILE-GIUGNO 2012
N. 2


OSPEDALI D'ITALIA CHIRURGIA N. 2-2012

(Vedi sommario articoli)
Anatomia topografica e funzionale del canale inguinale Propedeutica all’approccio chirurgico dell’ernia
Gabriele Valenti

La conoscenza delle strutture muscolo-aponeurotiche, nervose, vascolari e degli organi contigui della regione inguinale è fondamentale per affrontare le varie patologie che riguardano questa regione ed è la conditio sine qua non per effettuare interventi con accesso anteriore o posteriore (laparoscopico). Ai fini della chirurgia dell’ernia si fa comunemente riferimento a due interpretazioni della regione inguino-crurale: la prima è quella che considera tradizionalmente il canale inguinale un tunnel con una entrata, una uscita e 4 pareti, inferiore, superiore, laterale e mediale, e la seconda è quella di Anson e Mc-Vay, che identificano un’area “di debolezza” della parete addominale definita come orifizio muscolo-pettineo. In questo contesto, sul piano fisio-patologico le ernie acquisite rappresentano il risultato di uno squilibrio tra la pressione endo-addominale e le resistenze della parete. Sul piano delle resistenze va sottolineato il ruolo della fascia trasversalis, il cui tono è coadiuvato e rinforzato da numerosi elementi anatomici e meccanismi dinamici muscolari, e la possibile coesistenza di fattori predisponesti che inficiano la resistenza parietale come ad esempio l’assenza del tendine congiunto e un tratto ileo-pubico congenitamente sottile. Le ernie congenite vanno invece considerate a parte, perché risultano dalla persistenza del dotto peritoneo-vaginale con strutture muscolo-aponeurotiche integre e l’orificio inguinale

interno stretto.

 

Parole chiave: anatomia, regione inguino-crurale, ernie congenite, ernie acquisite.




Copyright @ 2012 Eurosurgery Multimedia S.r.l. - Via dei Coboto, 47/8 - 50127 Firenze
Tel. +39 055 4265084 - Fax. +39 055 4265084 - P.iva 02340070487
 
powered by QNT